Architettura Gotica

La parola “gotico” è di origine rinascimentale e vuole significare genericamente “barbaro”, selvaggio distruttore della tradizione classica; è dunque una parola spregiativa con la quale il rinascimento intende contrappore se stesso, presunto restauratore della grandezza antica, al medioevo. Storicamente l’arte gotica coincide con il costituirsi delle monarchie nazionali, che si contrappongono al potere della vecchia nobiltà feudale e si alleano alla borghesia cittadina, il cui potere economico è utile all’affermarsi del potere sovrano, così come quest’ultimo, dando assetto stabile e unità di legge, è utile alla crescita finanziaria della borghesia, come accade, in modo particolare, in Francia.


La parola “gotico” è di origine rinascimentale e vuole significare genericamente “barbaro”, selvaggio distruttore della tradizione classica; è dunque una parola spregiativa con la quale il rinascimento intende contrappore se stesso, presunto restauratore della grandezza antica, al medioevo. Storicamente l’arte gotica coincide con il costituirsi delle monarchie nazionali, che si contrappongono al potere della vecchia nobiltà feudale e si alleano alla borghesia cittadina, il cui potere economico è utile all’affermarsi del potere sovrano, così come quest’ultimo, dando assetto stabile e unità di legge, è utile alla crescita finanziaria della borghesia, come accade, in modo particolare, in Francia. Al tempo stesso entro l’ambito del regno, e spesso in lotta col sovrano, sopravvivono, come residui del sistema feudale, ducati, marchesati, contee, ossia zone territoriali affidate al governo di un “signore” che accentra in se il potere. Accanto a queste organizzazioni laiche vi sono le comunità religiose, i cui monasteri sono autentiche cittadelle autosufficienti e fortificate, rette dall’abate o dal priore....

Continua a leggere

Tipologia di contenuto: 
Appunti
Facoltà: 
Architettura
Materia: 

Aggiungi un commento

Accedi o registrati per inserire commenti.