Architettura - Tipologia

La questione tipologica nasce ogniqualvolta si voglia comunicare uno schema morfologico di riferimento esplicativo dei caratteri essenziali di una molteplicità di oggetti o esseri viventi. In particolare ogni riflessione sull’architettura comporta l’insorgere della questione tipologica, perché in questa disciplina lo studio dei tipi è un momento non eliminabile di ogni processo progettuale, teorico o critico.


La questione tipologica nasce inevitabilmente ogni qualvolta ci si ponga di fronte a un problema di architettura.

ARGAN: Il tipo è la risultante di un processo di interpretazione critica che tende ad evidenziare gli elementi comuni e ricorrenti riscontrabili in opere diverse, tende cioè a ridurre la molteplicità delle soluzioni formali ad uno schema morfologico comune.

MURATORI: Il tipo esiste nella mente del progettista. E’ un progetto mentale elaborato collettivamente attraverso le concrete esperienze di vita.

Sembrano, e sono, due ipotesi antitetiche ma esistono più analogie tra le due posizioni sopra descritte.

ROSSI: Per Rossi i valori connaturati in un tipo sono eterni, desumibili dalla storia solo attraverso un processo di interpretazione che si spinga oltre le manifestazioni visibili di questa. I tipi si costituiscono secondo le necessità e le aspirazioni della bellezza. Il tipo è un nucleo di principi guida ideale e trascendente.

Non può esistere un’interpretazione univoca del concetto di tipo perché la tipologia non ha validità scientifica autonoma; è una disciplina strumentale, momento di un più ampio processo di ideazione o di interpretazione storico-critica....

Continua a leggere

Tipologia di contenuto: 
Appunti
Facoltà: 
Architettura
Materia: 

Aggiungi un commento

Accedi o registrati per inserire commenti.