Appunti sulle risonanze di cattura

Appunti sulle risonanze di cattura per il corso di fisica nucleare

110Lezione numero 18
26 Ottobre 1999

Le risonanze di cattura. Approssimazione NR.

Consideriamo ora la probabilità che un neutrone ha di sopravvivere al rallentamento che lo porta da un’energia
0 Ead
un’energia E; tale probabilità sarà data da: ()()E E CattSE E p® - = ®
0 01
1
dove, con Catt si intende il numero di catture che avvengono nella zona energetica considerata. Il numero di catture può
essere espresso nel modo seguente:
()()()òS = ®0
0E
EadE E E E E Cattf
A volte le catture si concentrano, però, non lungo tutto il percorso energetico ma soltanto in intervalli particolarmente
concentrati: le risonanze. Vediamo dunque come gestire queste situazioni. Mettiamoci, per iniziare, nel caso semplice in
cui sia presente una sola risonanza: le catture che avvengono nella zona di risonanza sono date dalla seguente relazione:
()()ò
> Risa RisdE E E Cattf
Mettendosi nell’ipotesi che il moderatore assorba molto poco in confronto a quanto assorbe l’assorbitore, si avrà:
()E NAss Ass
ag s = S
dove Ass sta per assorbitore. Ci rifacciamo ora alla formula di Breit-Wigner relativa alla singola risonanza, secondo la
quale:
()
()42
2
1 2
G
+ -G G
=
E E E E
g En
I
Ig
gp sD
il cui andamento è rappresentato nella figura seguente.
...

Continua a leggere

Tipologia di contenuto: 
Appunti
Facoltà: 
Ingegneria
Materia: 

Aggiungi un commento

Accedi o registrati per inserire commenti.