• Dalle prime istituzioni europee alla nascita dell'Unione, istituzioni, organi, competenze e applicazioni di trattati regolamenti, direttive ecc.

  • 18 Aprile 1951 - Trattato di Parigi: si ebbe l’istituzione della Comunità Europea del Carbone e dell’ Acciaio “CECA” (primo passo per la costruzione dell’edificio europeo); 25 Marzo 1957 - Trattato di Roma: si ebbe l’istituzione di altre 2 comunità: Comunità Economica Europea ( che dal 1° novembre 1993 divenne CE cioè Comunità europea) e la Comunità Europea dell’Energia Atomica. Inizialmente facevano parte della comunità 6 stati:Belgio,Francia,Germania,Italia,Lussemburgo, Paesi Bassi.

  • La libera circolazione e la libera prestazione dei servizi è una delle libertà fondamentali e in quanto tale, viene tutelata dalla normativa sita principalmente nel TFUE e in altre fonti secondarie. L’art.45 TFUE garantisce la libera circolazione dei lavoratori imponendo allo Stato la parità di trattamento con i lavoratori nazionali a favore del lavoratore straniero che accede al mercato del lavoro di tale stato. Come circolazione dei lavoratori si intende non solo coloro alla ricerca di occupazione, ma anche coloro che sono stati inviati in uno stato diverso da quello dove sono stati assunti e ordinariamente operano per svolgervi temporaneamente la propria attività lavorativa (c.d. DISTACCO). Ciò si verifica nell’ambito di una prestazione di servizi transnazionali effettuata dall’impresa da cui il lavoratore dipende.

  • Trattato di Parigi: si ebbe l’istituzione della Comunità Europea del Carbone e dell’ Acciaio “CECA” (primo passo per la costruzione dell’edificio europeo);

  • Riguardo a questo fenomeno, che incide profondamente sull’assetto delle fonti, si sono posti alcuni problemi. Il primo concerne la compatibilità stessa con la costituzione della creazione di fonti primarie da essa non previste, il secondo i rapporti, sul piano del diritto interno, tra tali fonti e quelle nazionali, il terzo gli eventuali controlli sulla costituzionalità delle norme prodotte dalle fonti comunitarie.

  • CAPITOLO 1: ORIGINI,EVOLUZIONE E CARATTERI DELL’ INTEGRAZIONE EUROPEA I PRIMI MOVIMENTI EUROPEISTI Uno dei primi promotori del progetto di unire gli Stati europei fu il conte Richard Coundenhove-Kalergi, il quale fondò nel 1924 un’associazione denominata Unione paneuropea ,avente lo scopo di preservare l’Europa, da una parte, dalla minaccia sovietica e dall'altra dalla dominazione economica degli Stati Uniti.

  • Riassunto di "Diritto dell'Unione Europea. Sistema istituzionale, ordinamento, tutela giurisdizionale, competenze" di Luigi Daniele

  • Il dibattito sul futuro dell’Europa si pose all’attenzione dei giuristi e dei politici già nell’anno 2000 quando il Ministro degli esteri tedesco Fischer, in occasione di un suo discorso tenuto nel 50° anniversario della Dichiarazione Schumann, aveva indicato come auspicabile tema centrale della successiva conferenza intergovernativa, che si sarebbe successivamente tenuta pochi mesi dopo, l’elaborazione di un nuovo Trattato europeo che avrebbe dovuto condurre a una radicale ristrutturazione dell’Unione in senso più propriamente federale.

  • Ciascuno dei trattati istitutivi delle Comunità europee (CEE CECA e Euratom) prevedeva l’istituzione di un’Assemblea composta dai rappresentanti degli Stati membri. Con la firma dei Trattati di Roma (1957) si istituì un Assemblea unica per le tre Comunità, che riuniva le tre diverse assemblee ed esercitava le sue funzioni in base alle competenze riconosciute da ciascuno dei tre trattati. L’attuale denominazione di Parlamento europeo fu legittimata formalmente dall’art. 3 dell’Atto Unico.

  • L’idea di un Europa unita affonda le sue radici in tempi assai remoti. In ogni tempo vi sono stati filosofi che hanno prospettato l’idea di uno Stato europeo. Nel ventunesimo secolo la prima proposta politica concreta è dovuta al Ministro degli esteri francese, Aristide BRIAND, il quale, nel 1930, presentò all’Assemblea della Società delle Nazioni un progetto di organizzazione di un sistema di unione federale europea. Il progetto BRIAND costituisce il primo precedente dell’idea di un mercato comune europeo.

Pagine