• Mill è uno degli esponenti del positivismo inglese, sulla scia della tradizione empirista. La sua opera maggiore, Il sistema della logica (1843), intende fornirne un metodo di studio e di conoscenza basato sulla verifica empirica.

  • Principio di non-contraddizione = ogni essere ha una natura precisa = la natura di un essere non può essere diversa da com’è = la natura di un essere è quindi necessaria = questa natura necessaria di un essere è la sostanza = la sostanza è l’equivalente ontologico del principio logico di non-contraddizione = la sostanza è l’essere dell’essere

  • La "cdrp" costituisce la prima fase di realizzazione del progetto kantiano. Il termine “critica” deriva dal verbo greco krino, “separare”, “decidere in un giudizio”. Kant lo assume nel senso di rifiuto del dogmatismo ed esame dei limiti e delle possibilità del conoscere umano: “il tempo nostro è proprio il tempo della critica, cui tutto deve sottostare”. Il problema che Kant affronta è quello di esaminare la possibilità per la ragione di elaborare una conoscenza che possieda non solo i requisiti della scientificità, che sia cioè universale e necessaria, ma che sia anche oggettiva, capace cioè di esprimere una conoscenza effettiva della realtà naturale.

  • Movimento filosofico, artistico e letterario che si sviluppa indipendentemente in Germania e Gran Bretagna verso la fine del XVIII secolo e che domina la scena culturale europea nella prima metà del XIX secolo diffondendosi anche in Francia e Italia.

  • Il viaggio filosofico di Feuerbach si sviluppa con il seguente percorso punto di partenza è la critica radicale alla concezione idealistico religiosa dell’uomo e del mondo; Feuerbach si sofferma quindi ad esaminare l’erronea premessa di idealismo e religione che operano l’inversione del corretto rapporto tra uomo – realtà – concreto e dio – ideale e astratto; Quindi Feuerbach riporta l’uomo alla dimensione materiale propugnando una filosofia dell’avvenire nella forma di un umanesimo naturalistico.

  • Strategia critica – demistificatrice: critica della civiltà occidentale nella sua totalità interpretata da Nietzsche come una civiltà che nel suo insieme e in tutta la sua storia è sempre stata fondata su menzogne vitali millenarie: 1.1.1 Denuncia delle menzogne millenarie: sistemi di certezze create per sopportare il caos dell’esistenza = desacralizzazione e demitizzazione della cultura = mostrare come i valori assoluti (morali, religiosi e metafisici) in cui crede da sempre l’occidente siano creazioni umane che tentano di dare un senso all’esistenza la cui essenza è tragica e irrazionale, priva di senso.

  • La morte di dio, Delle Tre Metamorfosi, Fedeltà alla Terra, Morale dei Signori e degli Schiavi, L’Eterno Ritorno

  • La Cultura dell'Ottocento - Ruolo e posizione sociale dell’intellettuale - La modernizzazione produce una radicale trasformazione della cultura e della figura dell’intellettuale ridefinendone ruolo e posizione sociale

  • Romanticismo e Idealismo, Fichte, Schelling, Hegel, Schopenhauer, Kierkegaard, Destra e Sinistra Hegeliana, Feuerbach, Marx, Bernstein, Lenin, Luxemburg, Lukacs, Bloch, Gramsci, Positivismo, Darwin, Comte, Nietzsche, Freud, Bergson, Pragmatismo americano, Croce, Weber, Scuola di Francoforte, Horkheimer, Marcuse, Adorno, Fenomenologia, Husserl, Stein, Heidegger

  • La psicanalisi è legata alla scoperta dell’inconscio come dimensione fondamentale della psiche umana. Secondo Freud l’identità soggettiva non si identifica con la coscienza e la ragione, la struttura psichica effettiva dell’uomo è per la maggior parte determinata dall’inconscio.

Pagine