• Elettrostatica, Le equazioni di Maxwell, Il metodo delle immagini, Il metodo delle funzioni analitiche, Il campo elettrostatico in situazioni varie, Energia elettrostatica, I dielettrici, Magnetostatica 65Magnetismo nella materia, La legge del flusso, Onde, Apertura circolare: confronto tra approssimazioni di Fraunhofer, Cavità e guide d'onda, Condizioni al contorno in presenza di conduttori, Cavità e guide d'onda cilindriche, Cavità risonanti, Guide d'onda.

  • Il calore è una forma di energia trasferita da un corpo (o da un sistema) ad un altro di temperatura differente. Si tratta perciò di energia in transito e non di un entità contenuta nei corpi.

  • Nella prima parte del corso è stato definito il concetto di calore e abbiamo visto che interviene in tutti i campi legati alla nostra vita, dalle problematiche biologiche, al campo industriale, a quello ambientale. Abbiamo anche visto che per avere un trasferimento di energia sotto forma di calore è necessario un salto termico. Ma qui ci eravamo fermati. Non avevamo affrontato il problema forse più importante: come si trasferisce questa energia? Quali sono i meccanismi fisici che stanno alla base del problema? Come possiamo quantizzare questa energia?

  • Appunti di rappresentazioni di Schrodinger e Dirac, sistemi bosonici, La statistica di Fermi-Dirac, la teoria delle perturbazioni e le interazioni indotte, applicazioni.

  • La Meccanica Applicata alle Macchine studia ciò che è comune alle varie categorie di macchine a prescindere dai caratteri specifici di ciascuna di esse. Lo studio può essere fatto da un punto di vista puramente cinematico astraendo dalle forze che producono il movimento o da un punto di vista dinamico considerando il moto come effetto delle forze agenti sulla macchina. In molti casi il problema del moto è risolto con le equazioni della statica poiché sono nulle o trascurabili le forze di inerzia (studio statico di una macchina).

  • Per gas si intende un fluido privo di forma o volume proprio e facilmente comprimibile in moda da conseguire notevoli variazioni di pressione e densità.

  • Come afferma Thomas Kuhn a proposito delle rivoluzioni scientifiche, una rivoluzione scientifica viene sempre preceduta da un accumularsi di risultati sperimentali che induce a dubitare della validità della teoria consolidata relativamente a quell’ambito di osservazione e a costruire quindi una nuova teoria che meglio si accordi con quei risultati.

  • Nel mondo fisico, la luce ha una parte essenziale e singolare. In ogni tempo i fisici, studiando fenomeni osservabili hanno riservato alla luce un posto a parte fra gli agenti della natura e sono stati sorpresi dalla sua natura “eterea” e dalla sua straordinaria velocità di propagazione attraverso lo spazio. Già Lucrezio, nel suo De rerum natura, attribuiva una velocità “inimmaginabile”alle leggere pellicole staccate dalla superficie dei corpi materiali che, secondo lui, costituivano la luce. Oggi sappiamo che i fenomeni luminosi non sono che una piccola parte di una classe molto più vasta, quella dei fenomeni di irraggiamento.

  • Nello studio di un fenomeno compaiono delle entità che devono essere misurate: le grandezze fisiche. Una prima classificazione delle grandezze fisiche viene fatta dividendole in grandezze scalari (quelle che vengono caratterizzate dalla sola intensità o modulo) e in grandezze vettoriali (quelle che vengono caratterizzate dal modulo, dalla direzione e dal verso).

  • Scopo: Verificare il moto rettilineo uniforme e rettilineo uniformemente accelerato. Materiali: carrellino con banderuola e fotocellule. Strumenti: rotaia a cuscino d'aria, cronometro. Sensibilità strumenti: rotaia ± 0,001 m; cronometro ± 0,01 s.

Pagine