la macchina di turing

Nel 1936, ancor prima dell'avvento dell'"Era dei Computer", un decennio prima della costruzione dell'ENIAC a Philadelphia, Alan Turing propose un modello che può essere visto come la base di tutti i calcolatori moderni: la Macchina di Turing (MdT o Turing Machine – TM), capace di eseguire ogni tipo di calcolo su numeri e simboli.

1Università degli Studi dell'Insubria
Scienze e Tecnologie dell'Informazione
Algoritmi e Strutture Dati II
LA MACCHINA DI TURING
Monica Castiglioni - matricola 612164
1) NASCITA DELLA MACCHINA DI TURING
Negli anni Trenta i matematici svilupparono diverse correnti di pensiero volte
ad elaborare una teoria di computazione.
Nel 1936, ancor prima dell'avvento dell'"Era dei Computer", un decennio prima
della costruzione dell'ENIAC a Philadelphia, Alan Turing propose un modello
che può essere visto come la base di tutti i calcolatori moderni: la Macchina di
Turing (MdT o Turing Machine – TM), capace di eseguire ogni tipo di calcolo su
numeri e simboli.
Il primo problema che Turing si trovò ad affrontare nella definizione della sua
macchina riguardava le operazioni elementari che essa doveva saper eseguire.
Con "operazioni elementari" nel linguaggio comune possiamo intendere le più
semplici operazioni matematiche come l'addizione e la sottrazione, che si
imparano a fare sin dal primo anno di scuola elementare.
Ma come "insegnare" a una macchina queste operazioni?
2Era necessario trovare un algoritmo di risoluzione.
«"Programmi" per risolvere manualmente problemi numerici sono noti fin dal
1800 a.C., quando i matematici babilonesi del tempo di Hammurabi precisarono le
...

Continua a leggere

Tipologia di contenuto: 
Slide
Materia: 

Aggiungi un commento

Accedi o registrati per inserire commenti.