• Autore di novelle e romanzi, il cui stile e linguaggio hanno rinnovato profondamente la narrativa italiana, Verga è considerato il più autorevole esponente del verismo. Raggiunse la notorietà con alcuni romanzi, Eva e Tigre reale (1873) e novelle (Nedda, 1874), nei quali espresse la sua predilezione per temi legati a diversi ambienti sociali e per il gusto per una scrittura asciutta e comunicativa.

  • Giuseppe Verdi è stato un compositore italiano autore di melodrammi che fanno parte del repertorio operistico dei teatri di tutto il mondo. Fu sostenitore dei moti risorgimentali; Cavour lo volle candidato alla Camera del primo parlamento del Regno d'Italia (1861-1865), eletto come Deputato nel Collegio di Borgo San Donnino, l'attuale Fidenza, al ballottaggio del 3 febbraio 1861. Il Re lo nominerà poi, per motivi culturali, senatore nel 1874.

  • Kafka è uno dei più celebri interpreti della complessità del vissuto umano e delle angosce che turbano la nostra epoca. Nacque a Praga nel 1883, figlio di un agiato negoziante, gretto e autoritario, con cui visse sempre in conflitto. Il suo rapporto col padre segnerà la sua stessa esistenza e sarà tratto comune nella sua produzione letteraria. Sotto un’esistenza apparentemente monotona e priva di grandi avvenimenti, gestava un travaglio interiore molto intenso, forse al limite della psicosi. Poco dopo la laurea s’impiegò in un ente pubblico, dove rimase fino a due anni prima della sua prematura scomparsa nel 1924.

  • Dettagliata presentazione dell'autore e dei suoi lavori. Charles Dickens, di modeste origini, fu presto vittima del dissesto familiare che condusse il padre in carcere per debiti: all'età di 12 anni, fu costretto a lavorare in una fabbrica. Questa precoce esperienza di miseria, umiliazione abbandono (anche dopo la scarcerazione del padre, la madre aveva insistito perché Dickens si continuasse a lavorare) lo segnò in modo irreparabile.

  • Una relazione molto interessante sullo stile letterario di Svevo. Lo stile di Svevo tiene un'attenzione profonda per gli stati d'animo, per le psicologie ricche contrastate, per ciò che sfugge a coloro che sono interessati solo i fatti, le facciate: dietro di esse fermenta una vita scarsamente sondata ma ricca di motivi, straordinariamente motivata unto in questa direzione nascono i tre romanzi che costituiscono i segni più atti significativi della produzione dell'autore, romanzi impostati su tematiche psicologiche, su molte appariscenti forze che fluttuavano dentro le coscienze degli uomini.

  • Un buon lavoro sulla scapigliatura: dopo aver trattato con chiarezza il movimento, si passa ad una sintetica presentazione dei principali autori. [Dossi, Boito, Rovani] Movimento letterario artistico, sorto Milano tra il 1860 il 1870, con l'intento di rompere la tradizione di rendere l'arte più spontanee aderenti alla vita. Gli scapigliati, che presero nome dal titolo di un romanzo di Cletto Arrighi, si consideravano innovatori, cercarono di essere originale ad ogni costo, condannando il neo romanzi film specialmente la poesia del Manzoni contro il quale si tagliarono violentemente la corrente rimase però senza una salda base morale dell'estetica, e in definitiva operò in un rivolgimento del tutto superficiale concretatosi in atteggiamenti declamatori. Tuttavia presi singolarmente, molti tra i maggiori esponenti della scapigliatura, ebbero una personalità varia ed interessante. Tra questi citiamo G. Rovani e Arrigo Boito. Alcuni seguaci dell'ultimo periodo detto "seconda scapigliatura" si orientarono poi verso il Futurismo.

  • Riassunto del libro di Francesco Marroni dove si analizzano anche alcuni degli scrittori più influenti del periodo come le sorelle Bronte, Charles Dickens e altri

  • Riassunto della prima parte del testo di Paolo Bertinetti sull'età vittoriana

  • Ultimo file relativo a questo ciclo sull'introduzione alla letteratura italiana.Questo, è interamente incentrato sul Cinquecento. Dopo un accenno di contesto storico sul Rinascimento, ci concentriamo sulla questione della lingua, che toccò molti, sulle figure del cortigiano e della cortigiana e infine sul petrarchismo.

  • File incentrato sul Quattrocento. Approfondimento sul contesto storico, politico e culturale. Breve paragrafo dedicato ad 'Orlando innamorato' e 'Orlando furioso'. Ci si concentra poi su alcune figure rilevanti del tempo: Lorenzo de' Medici, Angelo Poliziano e Niccolò Machiavelli, approfondendo sulle loro figure e le loro opere.

Pagine