• I combustibili sono sostanze che con l’ossigeno dell’aria danno luogo a reazioni di ossidazione fortemente esotermiche: si tratta in genere di sostanze contenenti carbonio e idrogeno, ed eventualmente altri elementi. Come in esempio zolfo o azoto. Sono considerati combustibili allo stato in polvere anche alcuni metalli dei primi tre gruppi del sistema periodico (litio, berillio, boro, sodio, magnesio e alluminio) che si combinano con l’ossigeno liberando notevole energia, mentre si usano chiamare carburanti i combustibili specificamente usati nei motori a combustione interna.

  • DECADENTISMO - PASCOLI E D'ANNUNZIO

  • All’inizio degli anni Novanta le idee degli astronomi sull'origine e l’evoluzione delle galassie mutarono vistosamente. Grazie allo sviluppo di telescopi migliori (compreso il telescopio spaziale Hubble) e di altri strumenti, che permisero di guardare più lontano nel passato, si poterono infatti studiare galassie più deboli, dalla luce più spostata verso il rosso, che fornivano un'immagine dell'universo quale doveva essere molto tempo fa. In precedenza si riteneva, in generale, che le galassie che osserviamo oggi si fossero formate tutte all'incirca nello stesso tempo, subito dopo il big bang, e che ognuna di esse avesse avuto nel corso del tempo una sua evoluzione interna.

  • La galassia è la nostra patria nel cosmo: un'isola di stelle(centinaia di miliardi di stelle grosso modo simile al Sole), di gas e di polvere mantenuti insieme dalla gravità a formare una galassia di disco del diametro di circa 30 kiloparsec (kpc), circondata da un alone di ammassi globulari visibili, e immersa in un alone molto più esteso di materia oscura, rivelata solo dalla sua azione gravitazionale.

  • L'atomo è la più piccola parte di un elemento che conserva le proprietà chimiche dell'elemento stesso. Il concetto di atomo come entità indivisibile - da cui il nome, derivato dal greco - venne elaborato nell'antichità in ambito filosofico assunse in seguito il carattere di ipotesi e poi di teoria scientifica con la scoperta delle leggi fondamentali delle combinazioni chimiche. Le attuali conoscenze indicano che l'atomo è in realtà formato da elettroni che si muovono attorno a un nucleo composto - in uno schema molto semplificato - da protoni e i neutroni.

  • In base alla teoria dell'origine abiotica della vita sulla terra, l'acqua sarebbe l'avvio molecola più antica e molte caratteristiche chimiche dei composti di sì temi biologici si sarebbero modellati in base a questa sostanza primordiale. Caratteristica chimico-fisica dell'acqua che la rende particolarmente favorevole alla vita e quella di possedere un alto calore specifico, cioè di consentire grandi scambi termici con piccole variazioni di temperatura; ciò garantisce una maggior costanza termica sia dell'ambiente acquatico esterno e di quello interno: poiché le reazioni biochimiche hanno un optimum in intervalli di temperatura assai ristretti, un ambiente interno acquoso offre garanzie di efficienza superiori a qualsiasi altro.

  • Acidi e basi sono classi strettamente collegate di composti chimici che combinandosi danno origine a emissari. La più semplice, benché incompleta, definizione ritiene acidi le sostanze che in soluzione acquosa si dissociano liberando ioni idrogeno (H+), e basi di quelle che si dissociano liberando ioni ossidrile (OH-).

  • Il bario - il cui nome deriva dal greco barys, pesante - è noto come Valentina dal secolo 18º ma è stato isolato come elemento per la prima volta nel 1808 da H. Davy. È un metallo argenteo, con reticolo cristallino pubblico a corpo centrato, abbastanza tenero, duttile, malleabile e relativamente volatile. Data la sua posizione nel sistema periodico, è un elemento molto reattivo, e l'estro positivo e quindi riducente; reagisce con l'acqua con l'ammoniaca (con particolare violenza), con l'ossigeno, lo zolfo, l'azoto, il carbonio, l'idrogeno e con quasi tutti i non-metalli.

  • Il mercurio elementare è un metallo bianco argenteo, l'unico liquido e notevolmente volatile a temperatura ambiente. Presenta bassa viscosità, elevate identità e tensione superficiale, mentre le conducibilità termica ed elettrica, per quanto elevate, risultano notevolmente inferiori rispetto a quelli degli altri metalli. Molti metalli - per esempio il piombo, lo zinco, il cadmio, il gallio, il sodio, il potassio, il calcio, il magnesio ed altri - si sciolgono nel mercurio formando amalgami, costituite in alcuni casi da avere proprie soluzioni liquide o solide e in altri da composti Intermetallici.

  • ORO

    L’oro, il cui nome e il simbolo nelle lingue latine deriva dal latino aurum è stato probabilmente il primo metallo scoperto dall'uomo già nella preistoria. È un elemento diffuso ma raro, costituendo all'incirca il 5•10-7% della crosta terrestre. Si trova soprattutto lo stato elementare - per lo più in lega con minori quantità di argento - in vene o filoni contenuti in rocce ignee acide, spesso associato a pirite e altri solfuri; è generalmente in forma di lamelle microscopiche, talvolta fuse in granuli più grandi (pepite).

Pagine