• Ugo Foscolo è stato un poeta e scrittore italiano, uno dei principali letterati del neoclassicismo e del preromanticismo. Costretto fin da giovane ad allontanarsi dalla sua patria, si sentì esule per tutta la vita, strappato da un mondo di ideali classici in cui era nato e cresciuto. La sua vita fu caratterizzata da viaggi e fughe, a causa di motivi politici (militò nelle forze armate degli stati napoleonici, ma in maniera molto critica, e fu un oppositore degli austriaci, a causa del suo carattere fiero e dei suoi sentimenti repubblicani), ed egli, privo di fede religiosa in quanto intellettualmente formatosi alla scuola degli Illuministi più materialisti, ed incapace di trovare felicità nell'amore di una donna, avvertì sempre dentro di sé un infuriare di passioni.

  • Uno dei tratti salienti per i quali Pascoli è passato alla storia della letteratura è la cosiddetta poetica del fanciullino, da lui stesso così bene esplicitata nello scritto omonimo apparso sulla rivista Il Marzocco nel 1897. In tale scritto, Pascoli, influenzato dal manuale di psicologia infantile di James Sully e da La filosofia dell'inconscio di Eduard von Hartmann, dà una definizione assolutamente compiuta - almeno secondo il suo punto di vista - della poesia (dichiarazione poetica).

  • Con Ludwig Feuerbach si verificò un vero e proprio ribaltamento delle posizioni di Hegel; egli afferma che non è possibile considerare come assoluto un singolo sistema, neppure quello hegeliano, nonostante la sua rigorosa scientificità, universalità e ricchezza, perché questo significherebbe arrestare il tempo e portare gli uomini a rinunciare alla libera ricerca. Nell' Essenza della religione , egli prende in considerazione non soltanto il cristianesimo, ma la religione in generale: essa ha la sua matrice nel sentimento di dipendenza dell'uomo dalla natura. Feuerbach considera l'individuo un'entità non assolutamente autonoma, ma dipendente da una realtà oggettiva: la natura. Essa è più in generale il mondo da cui l'uomo dipende: tale dipendenza si manifesta all'uomo sotto forma di bisogno. Proprio dalla difficoltà di soddisfarlo nasce la religione.

  • Un file dettagliato per l'uso dei tempi verbali inglesi: si parte dal paradigma, si presentano i dodici tempi verbali inglesi, si spiega cosa è la -ingform, si accenna all'uso degli ausiliari e a come formare interrogative e negative. Un file molto articolato per neofiti della lingua inglese, utile perchè ricco di schemi.

  • I cristalli sono porzioni di materia solida e omogenea di forma poliedrica, cioè delimitata da facce piane che si intersecano secondo spigoli e vertici (in numero e disposizione dipendenti dalla natura chimica della sostanza che costituisce il cristallo). Alla regolarità della configurazione esterna corrisponde, a livello di struttura atomica, una regolarità nella disposizione degli atomi di cui la sostanza costituita (si chiama reticolo cristallino). Si chiamano cristalline le sostanze (anche artificiali) che allo stato solido assumono spontaneamente la forma geometrica regolare; le altre sostanze sono dette amorfe.

  • La differenza da Platone è molto marcata per ciò che riguarda l’articolazione del sapere. Egli ritiene che vi sia una pluralità di scienze, ciascuna avente il proprio punto di partenza in suoi principi specifici, invalicabili per ciascuna scienza, reciprocamente incomunicabili dall’una all’altra. Tutte le scienze vertono intorno all’essere, a ciò che è: ma ciascuna di esse lo prende in considerazione sotto un aspetto diverso.

  • Il pensiero di Platone ruota tutto intorno alla sua famosa affermazione, secondo la quale o i filosofi devono diventare sovrani, governanti, oppure i sovrani devono diventare filosofi: fino a quando non si sarà creata una saldatura stretta, addirittura personale, tra filosofi e governanti, l’umanità non potrà accedere al benessere e alla felicità.

  • Martin Lutero nasce il 10 novembre 1483 ad Eisleben (Turingia) da Margarete e Hans Luder; è ordinato sacerdote nel 1507 e comincia nello stesso anno lo studio della teologia. Si racconta che il 31 ottobre 1517 Lutero affiggesse alla porta della chiesa del castello di Wittenberg (Schloßkirche) le 95 tesi sulla penitenza e con una forte critica all’uso della vendita delle indulgenze. Questa data viene ricordata ogni anno dalla chiesa luterana durante la Festa della Riforma ed è considerata come l’inizio della Riforma protestante. Infatti le tesi provocano una grande disputa. Martin Lutero si vede costretto a difenderle.

  • Sintetica presentazione dell'autore. Pirandello dirà di sè: « Io son figlio del Caos; e non allegoricamente, ma in giusta realtà, perché son nato in una nostra campagna, che trovasi presso ad un intricato bosco denominato, in forma dialettale, Càvusu dagli abitanti di Girgenti, corruzione dialettale del genuino e antico vocabolo greco "Kaos". ».

  • Autore di novelle e romanzi, il cui stile e linguaggio hanno rinnovato profondamente la narrativa italiana, Verga è considerato il più autorevole esponente del verismo. Raggiunse la notorietà con alcuni romanzi, Eva e Tigre reale (1873) e novelle (Nedda, 1874), nei quali espresse la sua predilezione per temi legati a diversi ambienti sociali e per il gusto per una scrittura asciutta e comunicativa.

Pagine