• Accurata relazione sul pensiero di S. Agostino con accenni alla sua biografia. Figlio del decurioni Patricio e di Monica studiò a Cartagine; condusse una vita dissipata, ed ebbe, nel 372, da una delle donne da lui amate un figlio legittimo, Adeodato. Insegnò retorica a Roma e a Milano (384) in giovinezza seguì l'eresia manichea, in che nel 386 abbracciò il cattolicesimo con il battesimo. Ordinato sacerdote nel 391 e nel 395-396 divenne vescovo di una succedendo al vescovo Valerio. Si dedicò agli studi teologici filosofici e la sua dottrina fu accettata dalla Chiesa nel sinodo di Orange del 529 e in quello di Valenza. Morì il 28 agosto 430.

  • Annotazioni biografiche su Fichte. Dopo aver compiuto, coll'aiuto di un mecenate, il barone Von Miltitz, gli studi superiori nel collegio di Pforta, frequentò i corsi di teologia dell'Università di Jena (1780-81) e poi in quella di Lipsia (1781-84).

  • Sintetica esposizione sull'opera di Hegel "La fenomenologia dello spirito". La fenomenologia dello spirito è presentata dall'autore come propedeutica rispetto al sistema filosofico, ha infatti il compito di accompagnare la "coscienza" naturale, dai suoi gradi più immediati e poveri fino al riconoscimento del "sapere assoluto", ossia di quel superamento delle scissioni che solo rende possibile la "scienza speculativa". Per un tale raggiungimento i tempi sono ormai maturi, sostiene l'autore riferendosi anche al rivolgimento politico-sociale in corso in tutta Europa; tuttavia si impone un'ultima battaglia: contro la critica della ragione vigente, articoli diversi, così nei romantici come in Schelling.

  • Sintetica presentazione del pensiero e della vita del filosofo. Hegel è il più grande filosofo dopo Kant, fondatore dell'idealismo assoluto. Figlio di un modesto impiegato, si scrisse nel 1788, alla facoltà di teologia del seminario di Tubinga, dove strinsi amicizia con Hordelin e Schelling, già noto negli ambienti culturali tedeschi.

  • Una presentazione generica del filosofo e del suo pensiero. Filosofo teologo italiano, studiò nella facoltà teologica dell'Università di Padova (1816 -19) e fu ordinato sacerdote nel 1821. Nel 1828 fondò L'istituto Della Carità

  • Note sintetiche sulla vita e sul pensiero di Francesco Bacone. Fu uomo di Stato il filosofo inglese, figlio di sir Nicholas Bacon, Lord cancelliere della regina Elisabetta, fu educato al Trinity college di Cambridge è destinato alla carriera diplomatica. Fu in Francia il seguito dell'ambasciatore inglese unto ritornato in patria per la morte del padre, si diede all'avvocatura e alla politica ben presto fu eletto al Parlamento.

  • Presentazione del filosofo René Descartes. Le prime opere pubblicate da Cartesio, nel 1637, a Leida, furono quattro ostaggi: discorso sul metodo; diottrica; meteore; Geometria; il primo di carattere filosofico dell'autobiografico, gli altri tre di carattere applicativo. Nel 1641 uscirono a Parigi le Meditationes de prima philosophiae, nel 1649 le passioni dell'anima.

  • Presentazione del pensiero di Spinoza. Spinoza è un filosofo olandese fra i più grandi pensatori della filosofia occidentale. Nato da una famiglia di ebrei portoghesi costretti a fuggire dalla patria causa delle persecuzioni religiose, visse nella comunità israelitica di Amsterdam, dalla quale però fu scomunicato ed espulso nel 1656 a causa delle sue dottrine religiose.

  • Presentazione sintetica del filosofo e del suo pensiero.

  • La formazione dello Stato moderno e la teoria politico - giuridica di Thomas Hobbes Quando noi parliamo di "validità delle norme" implicitamente dichiariamo quelle norme, obbligatorie sotto il profilo giuridico. Ma cosa significa obbligatorietà? Naturalmente si tratta di vincolabilità o un qualche tipo di coercizione. Ma qual è il rapporto tra obbligatorietà giuridica e quella morale? Una cosa è certa: validità giuridica significa anche obbligatorietà giuridica. L'origine dell'obbligatorietà giuridica sta nella formazione dello Stato moderno.

Pagine