• Hölderlin, Schelling ed Hegel, si formarono nel collegio di Tubinga insieme. Questi tre giovani insieme piantarono l’albero della libertà quando ebbero le prime notizie del divampare della Rivoluzione francese, si giurarono insieme di non parlare mai di banalità in vita loro, ed elaborarono insieme un documento che è diventato uno dei grandi problemi della filologia della filosofia tedesca: il primo abbozzo di sistema dell’idealismo tedesco, che non è firmato, per cui la paternità è di difficile attribuzione. Ci fu quindi un momento della giovinezza di questi tre giganti in cui le idee dell’uno si confondevano con le idee dell’altro.

  • Annotazioni biografiche su Fichte. Dopo aver compiuto, coll'aiuto di un mecenate, il barone Von Miltitz, gli studi superiori nel collegio di Pforta, frequentò i corsi di teologia dell'Università di Jena (1780-81) e poi in quella di Lipsia (1781-84).

  • Per Kant l’io era un atto di autodeterminazione esistenziale limitato dall'intuizione sensibile.Fiche supera questa concezione ponendo l’io come unico principio formale e materiale del conoscere.