• Esiste ciclo di direzione» le cui fasi sono:Programmazione (atti di direzione) ;Organizzazione (atti di disposizione) ;Conduzione (atti di guida);Controllo (atti di valutazione). Le funzioni di direzione rappresentano gruppi di compiti specializzabili all’interno dell’organizzazione aziendale, le funzioni direttive costituiscono momenti integranti di un processo unitario non segmentabile.

  • Slide tratte dal corso di Programmazione tenutosi nella facoltà di Ingegneria Informatica e Biomedica presso l'Università degli Studi "Magna Graecia" di Catanzaro. Nello specifico viene presentato il concetto di Complessità Computazionale nei suoi aspetti temporale, spaziale, di Input/Output e di trasmissione. Seguono alcuni esempi di calcolo computazionale su linee di codice in Java.

  • Per migliorare la redditività dei mezzi propri suggerite i seguenti interventi: a) aumentare il rapporto di indebitamento se il tasso medio di interesse sui finanziamenti è inferiore al ROI globale; b) aumentare il rapporto di indebitamento se il tasso medio di interesse sui finanziamenti è superiore al ROI caratteristico; c) aumentare il rapporto di indebitamento se il tasso medio di interesse sui finanziamenti è inferiore al ROI caratteristico; d) ridurre il rapporto di indebitamento se il tasso medio sui finanziamenti è inferiore al ROI globale.

  • Questa guida è rivolta a Principianti. Creare una pagina Web è davvero semplice. Il concetto di base è questo: una pagina Web non è nient'altro che un file, un file HTML, per essere esatti. E' chiamato HTML perche' i files relativi a pagine web hanno come estensione .html o .htm. HTML significa Hyper Text Mark-up Language.

  • I browser WWW, come noto, non tengono conto della formattazione del testo in HTML della pagina, ovvero non badano a spazi bianchi ridondanti, andate a capo, tabulazioni, ecc. Questo proprio perchè la pagina deve poter essere vista con qualsiasi programma di comunicazione e in finestre di qualsiasi dimensione. Sarà dunque il browser stesso a riformattare la pagina. Inoltre, il trasferimento del codice HTML avviene con 7 bit per carattere: questo significa che vengono trasmessi solo i primi 128 caratteri del codice ASCII. Per visualizzare gli altri caratteri, come lettere accentate, con dieresi, ecc., si usano dei codici particolari

  • VARIABILE: un nome, un simbolo e un valore che però cambia nel tempo. In C la variabile è la locazione di memoria dove vengono memorizzati i valori che possono essere gestiti. Per accedere alla memoria ci vuole l’indirizzo, quindi viene a stabilirsi una corrispondenza biunivoca. La variabile contiene un numero, ma per identificarla ci vuole un nome e per questa funzione si possono assegnare fino a 32 caratteri, ricordiamo anche che il nome non può iniziare con una lettera e non deve avere simboli. Alle variabili si assegnano diversi valori numerici e questi si differenziano tra di loro per il loro peso in memoria.