• Le particelle fondamentali le loro interazioni possono essere descritte in termini di entità unidimensionali infinitesime: le stringhe (o corde). Queste formano anelli (o cappi) e sono molto più piccoli di particelle come protoni, ma il punto veramente importante è che non sono punti matematici: persino l'elettrone, che in precedenza era considerato un'entità puntiforme, può essere considerato in termini di stringhe. Ciò ha un effetto non trascurabile sulle equazioni, e conduce naturalmente a molti fra i caratteri osservati del mondo delle particelle. L'aspetto più esaltante della teoria delle stringhe è che essa sembra comprendere automaticamente la gravità nella stessa cornice delle altre forze della natura.