• Gesù è entrato nella storia come un uomo. Cerchiamo di capire la pedagogia di Gesù nel suo modo di presentarsi e di condurre al riconoscimento della sua identità profonda. L'identità di Gesù non sarà dunque completamente manifestata. Ma è la progressione del cammino che ci interessa è la maniera in cui comportamento umano di Gesù rivela che lui c'è più che l'uomo. Appena compare Gesù comincia a parlare. La sua primissima proclamazione è racchiusa in una frase: il tempo è compiuto e il Regno di Dio è vicino, convertitevi e credete nel Vangelo. Mira certamente alla conversione dei costumi e del comportamento ma più ancora esso invita ad una conversione di atteggiamento ad un'uscita da sé e ad una apertura ad una nuova speranza. Ed è dunque inviato convertirsi alla speranza.

  • Consideriamo dapprima la Chiesa come una realtà storica. Questa istituzione antica di 2000 anni è giunta fino a noi attraverso numerose vicissitudini. La Chiesa cristiana ha preso il posto delle istituzioni religiose antiche. Le nostre matrici non si trovano soltanto nell’ Atene e nella Roma pagane, bensì anche a Gerusalemme nella Roma cristiana. Nel corso della sua storia, è passata attraverso situazioni estremamente diversificate. Per tre secoli è vissuta sotto la minaccia costante della persecuzione pagana. Tuttavia la mentalità di cristiani era abitata dalla possibilità sempre presente delle martirio. La situazione cambia completamente e si rovescia con la conversione di Costantino 313.

  • A proposito della storia di Gesù sono state dette le cose più contraddittorie, dall'affermazione che non è mai esistito fino alla posizione che prende ogni versetto biblico alla lettera. Se Gesù è veramente uomo, come la fede cristiana afferma, allora possibile sottoporlo alle analisi di tutte le scienze umane che possono interessarsi a lui. La prima di queste è evidentemente la storia. La storia della ricerca sul Gesù da 200 anni ad oggi ha conosciuto delle svolte spettacolari comincia con lo studio delle fonti della nostra conoscenza di Gesù. Per il 99% si tratta di fonti cristiane, testimonianze presentate nei Vangeli e nelle epistole del Nuovo Testamento. Si rimane sorpresi nel vedere come gli autori gli storici pagani parlino così poco di Gesù.

  • Pur ammettendo con Aristotele che l'anima è forma sostanziale del corpo, Tommaso afferma che l'anima dell'uomo è spirituale e sussistente, possiede cioè un essere autonomo rispetto al corpo. A differenza del corpo, infatti, l'anima conosce l'universale e all'autocoscienza; essa pertanto non muore quando il corpo si corrompe.

  • Martin Lutero nasce il 10 novembre 1483 ad Eisleben (Turingia) da Margarete e Hans Luder; è ordinato sacerdote nel 1507 e comincia nello stesso anno lo studio della teologia. Si racconta che il 31 ottobre 1517 Lutero affiggesse alla porta della chiesa del castello di Wittenberg (Schloßkirche) le 95 tesi sulla penitenza e con una forte critica all’uso della vendita delle indulgenze. Questa data viene ricordata ogni anno dalla chiesa luterana durante la Festa della Riforma ed è considerata come l’inizio della Riforma protestante. Infatti le tesi provocano una grande disputa. Martin Lutero si vede costretto a difenderle.

  • Ricerca su Nelson Mandela, personaggio che portò grandi cambiamenti in Sudafrica. Mandela con tutta la sua vita testimonia che nonostante le difficoltà e i drammi che ad una persona possano capitare, l'importante è non smettere di credere nei nostri sogni al fine di vederli un giorno realizzati, perché solo in questo modo si può cambiare il mondo.

  • Ivan Hilich: ideologia principale è descolarizzazione e società conviviale; la società occidentale come produttrice di istituzione fatalmente burocratizzate e monopolistiche che hanno perso il loro significato originario in cui l’individuo è spersonalizzato, è un illusione il fatto che siamo liberi.

  • Scuola e scuole degli stati pre-unitari negli anni dal 1815 al 1861 fino al Pinocchio di Collodi

  • Tesina su "1984: i Totalitarismi e l’Illusione della Libertà".

  • Tesina sulla diversità trattando le materie di: Tedesco, Spagnolo, Italiano e Storia. Mein Kampf: Hitler scrisse il Mein Kampf (La mia battaglia) durante la sua prigionia a causa del tentato colpo di stato, nel 1924.

Pagine