• L’audiovisivo pubblicitario nelle sue varie forma (spot,promo,trailer e videoclip) è una presenza costante nella comunicazione mass-mediatica. Lo spot pubblicitario è un prodotto molto presente nel nostro quotidiano ma tuttavia poco accessibile. Ecco perché ci si propone di andare a descrivere semioticamente ogni singolo spot pubblicitario. Per prima cosa però è opportuno vedere come si è evoluto il rapporto tra pubblicità e semiotica negli ultimi 40 anni.Infatti in seguito all’evoluzione del linguaggio pubblicitario sono iniziate delle riflessioni della disciplina della semiotica, dalle pioneristiche analisi di Roland Barthes e Umberto Eco che ci hanno portato a una sofisticata analisi dei testi verbo-visivi.Quindi si vuole vedere come si possono analizzare i filmati pubblicitari attraverso gli strumenti semiotici.

  • i testi vengono codificati assegnando a ogni lettera numero ricavato da una tabella ( ASCII). Dato che la codifica ASCII prevede 253 posizioni, per codificare una singola lettera sono necessari 8 bit ( 2⁸ = 256).

  • Il problema della codifica di testi si è posto fin dall'invenzione del telegrafo , quando è stato necessario trasformare le lettere dell'alfabeto in segnali elettrici adatti ad essere trasmessi sul nuovo canale di comunicazione. Si parla di codifica e non di digitalizzazioni in quanto il testo, per sua natura, non ha caratteristiche di continuità. L'operazione richiesta è quindi la trasposizione di ciascuno dei simboli in una forma tali da potersi adattare al canale di trasmissione.